Il coraggio di scegliere

By | 23/07/2013

Il Coraggio di Scegliere

Farlo o non farlo?

Questo è il problema…

Nel mio lavoro mi capita spesso di incontrare persone bloccate da una particolare “catena”: non riescono a trovare il coraggio di fare una scelta, in un qualche specifico campo.

Si sentono insicure a muovere un passo verso una direzione precisa, anche se – a volte – pensano addirittura di aver individuato quella che potrebbe essere giusta per loro.

Hanno la consapevolezza che devono muoversi, “spostarsi” da dove sono ora, ma hanno anche paura – a volte quasi il terrore – di sbagliare.

E questo le blocca.

Come mai?

Mumble mumble…  😀

Le insicurezze, se non derivanti da una qualche patologia che necessita di un intervento clinico (depressione, Morbo di X-Factor, et simila), sono fra gli ostacoli più comuni che noto nelle persone.

Di fronte ad esse puoi agire in quattro modi diversi:

  1. Puoi avere un atteggiamento Zen, osservarle, accettare che esistano, e far comunque dei  passi per andare avanti.
  2. Puoi fare come Rocky Balboa, allenarti e disintegrarle sul ring della tua vita
  3. Puoi tenertele e disperarti, magari al buio ed in silenzio per non disturbare
  4. Puoi tenertele e lamentarti, lamentarti, lamentarti… (ad alta voce in modo che tutti dicano “poveriiiiiiiiiino”)

Ci tengo a dire che gli appartenenti alla categoria 4 possono tranquillamente abbandonare la nave: tanto loro non hanno né voglia di cercare un salvagente né tantomeno di imparare a nuotare.

Le persone di questo tipo vogliono solo lamentarsi del fatto che stanno affondando. Ed io, ai loro lamenti preferisco un cd de “I grandi successi di Tony Corallo“.

Per tutti gli altri, invece, proseguiamo pure il discorso.

Spesso l’insicurezza nelle scelte deriva dall’errata idea che, se prendiamo una direzione precisa, poi questa scelta ce ne precluderà altre:

  • Se faccio il cuoco poi non potrò fare il fotografo
  • Se faccio il fotografo poi non potrò fare il cantante rock
  • Se faccio il cantante rock, poi non potrò fare il lottatore di sumo
  • Se faccio il lottatore di sumo, poi non potrò fare il fotomodello di biancheria intima (ecco, magari quest’ultima è vera… 🙂 )

Come lo sai?

Come sai che sarà così?

Rifletti…

Come sai che, una volta scelto, non potrai più tornare indietro?

Come sai che poi non avrai altre scelte, anche migliori di queste?

Come sai che non potrai fare qualsiasi altra cosa tu desideri?

Te lo dice unicamente la tua “Voce Interiore“.

Sei tu che te la racconti in questo modo.

Tu, oppure qualcuno a cui tu stai dando retta e sta decidendo per la tua vita. 😉

Ah, giusto perché tu lo sappia: se nella tua vita esiste questo “qualcuno”, sappi che può decidere al tuo posto solo se tu permetti che lo faccia.

Dipende da te!

Puoi fare tutto ciò che vuoi, se sei disposto a fare i passi necessari per farlo.

Segui il tuo sogno.

Inizia a fare il primo passo.

Guarda Fabio Volo, ad esempio.

Nemmeno lui ha ancora capito bene cosa fa nella vita, eppure… lo fa bene.  😆

Scegliere qualcosa non è “per sempre” (quello è il mutuo… ) e, soprattutto, scegliere non è tagliarsi i ponti ma costruire strade.

  • Strade per il successo
  • Strade per il benessere
  • Strade per ciò che vuoi ottenere nella vita.

Si dice che

tutte le strade portano a Roma

Potrebbe essere, basta non passare dalla Salerno-Reggio Calabria, ma quello che invece è vero è che

Non tutte le strade portano alla tua Felicità

E sicuramente non sarà evitando di “camminare” che troverai quella strada.

Il coraggio non è assenza di paura, ma anzi è sapere che esiste qualcosa di più importante della paura stessa. Il coraggioso forse non vivrà in eterno, ma il “cagone” non vivrà affatto. Da oggi percorrerai la strada che unisce chi pensi di essere e chi vuoi diventare. La chiave sta nel permetterti di compiere il viaggio…

Lo so, questo potrebbe sembrare uno discorso da vecchio Saggio.

Anche se, a dire il vero, non ce lo vedo un vecchio Saggio a pronunciare la parola “cagone”, ma nella vita non si può mai dire.

In realtà l’ho preso in prestito da un film della Disney: The Princess Diary.

Un film senza troppe pretese, ma utile per affermare il mio credo che:

C’è profondità anche nella leggerezza, e c’è serietà anche dentro un sorriso.

  • Che cosa ti servirebbe per poter scegliere con coraggio?
  • Quale capacità ti aiuterebbe a scegliere quello che è il meglio per te?
  • Come potresti trovare il modo di intraprendere quella che senti essere la tua strada?

Guarda dentro di te.

È lì la risposta.

Devi solo trovare il modo di andarla a prendere.

Devi solo farla emergere.

I limiti sono solo quelli che tu imponi a te stesso.

Che posso dirti di più?

Coraggio.

Fai un bel respiro, tira fuori il sorriso migliore che hai e mettiti in marcia!

E soprattutto, evita le partenze “intelligenti”.

Potresti trovare coda al casello… 😉

1st image courtesy of Ddpavumba/FreeDigitalPhotos.net

16 thoughts on “Il coraggio di scegliere

  1. Stefania

    Grazie mille per questo articolo meraviglioso!

    Reply
  2. Panda Post author

    Ciao Chiara.
    Grande, grosso ed anche protetto dal World Wildlife Fund of Coaching… 😀

    Reply
  3. Stefania

    Caro Panda, grazie per l’articolo….. E per il video pure, ora che ho asciugato le lacrime posso fare il commento…. =)

    Reply
    1. Panda Post author

      Ciao Stefania.
      Mi raccomando: va bene piangere, ma chiudi sempre con un sorriso… 😀

      Reply
  4. gianna frasson

    approvo il tuo pensiero l’unica cosa è leggerlo e riflettere sul percorso da intraprendere e tentare di arrivare fino in fondo ,se proprio non ottieni ciò che speravi puoi ottenere una nuova esperienza che ti porterà dove devi andare grazie i tuoi pensieri fanno riflettere e al momento giusto ti tornano alla mente per agire …

    Reply
    1. Panda Post author

      Ciao Gianna.
      Grazie del commento e dei complimenti. E’ un’ottima credenza potenziante quella di dirsi “Ok, intanto parto… se non succede quello che voglio, succederà comunque qualcosa“. E’ certamente il modo migliore di evitare di rimanere statici mentre invece il Mondo “corre”. 🙂
      Complimento per aver pronunciato la parola magica: “Agire”. Senza di essa, nessuna formula farà aprire la Porta dietro cui si trova il Tesoro della vostra vita. Indipercui… Avanti così!!! 😉

      Reply
  5. liliana

    sino a qualche tempo fa credo che appartenessi al 3 modo di affrontare i miei ostacoli… ora sono ancora li’… ma almeno ne ho consapevolezza. non e’ facile prendere decisioni che includono anche il destino degli altri . guardarsi dentro e poi agire….dovro’ fare ancora un po di strada dentro di me.. comunque grazie di Cuore perché le tue parole aiutano il mio percorso.

    Reply
    1. Panda Post author

      Hello Liliana.
      Beh, il solo fatto di essere consapevole ti pone già sulle scale per cambiare livello… 😉
      Hai ragione, non è facile prendere decisioni. Ma è quello che ci permette di dirigere la nostra vita per andare dove veramente vogliamo essere. Alla fine anche “non decidere” è comunque una decisione, giusto? Prova a notare che tutte le nostre decisioni, anche le più futili, hanno o possono avere impatto sui destini degli altri. Anche decidere o non decidere di andare dal parrucchiere può includere altro, oltre alla tua pettinatura… e una volta che noti che la vita di ognuno di noi ha sempre impatto su quella degli altri, la “situazione”, il dover prendere una decisione, sembra più leggera. Del resto, è da quando sei nata che la tua vita include anche il destino degli altri… giusto? 😉
      Quello che è importante notare è cosa GUIDA le tue decisioni. Perché scegli (o non scegli) una determinata cosa? Dove “guardi” mentre scegli? Al futuro o al passato?
      Anche tu hai fatto riferimento all’Azione, quindi ti sei meritata i complimenti della Giuria di Qualità. 🙂
      Mi raccomando: una volta che sentirai di aver fatto la strada che ti è utile, dentro di te, inizia tranquillamente a camminare anche al di fuori… 😉

      Reply
    1. Panda Post author

      Ciao Adele.
      Seeeeeempre troppo buona. E non posso nemmeno diventare rosso, altrimenti poi mi tocca cambiare il logo e tutta la grafica del blog… 😉

      Reply
  6. Costanza

    Ciao Panda,
    è da un po’ che volevo dirti che quello che fai è davvero straordinario!!!So che nn sarò la persona più originale del mondo dicendoti che sei davvero speciale ma nn ho parole x dimostrarti la mia ammirazione e gratitudine.Da quando ho letto il tuo e-book la mia vita è ancora un totale caos ma…ho la chiave x venirne fuori!!!Tu sei riuscito a mettermi in contatto con la parte migliore di me che credevo scomparsa con l’idealismo adolescenziale…ho di nuovo la grinta di qualche anno fa di credere nelle imprese impossibili perché tu mi hai insegnato che le responsabilità ci rendono protagonisti della nostra vita e nn succubi delle circostanze avverse!!! Beh visto che la conversazione sta prendendo una piega troppo seriosa la pianto subito,anche perché avevo una mezza idea di studiare stanotte prima di aprire la posta 😉 Ti anticipo però che ho intenzione di scriverti un papiro egizio (come dici tu) appena ritaglio un po’ di tempo( lavoro/studio/figlio/telefonate da sky permettendo).PS: Grazie infinite per questo articolo e per tanti altri che mi hanno destato dal sonno in cui ero caduta!!!!

    Reply
    1. Panda Post author

      Ciao Costanza

      Grazie per non essere stata la persona più originale del mondo ma per aver detto comunque ciò che pensi… 😀
      Sono le persone come te che mi fanno amare sempre di più il mio lavoro.
      Le persone che, quando notano che nella propria vita le cose non hanno preso la direzione sperata, invece di sbattere la testa al muro per il resto dei propri giorni, comprendono che la soluzione esiste ed è nelle proprie mani.
      Le persone che decidono di prendere in mano la propria vita e portarla ad un altro livello.
      Le persone che scelgono.
      Scelgono di prendere una bussola, trovare il Nord, rimboccarsi le maniche ed iniziare a camminare sino a quando arrivano alla destinazione desiderata.
      Perché è solo così che si cambia la direzione della propria vita: prendendoci di peso e portandoci dove veramente vogliamo essere.
      Perché sicuramente tutto è possibile, nel momento in cui decidiamo che possiamo, vogliamo e siamo disposti a fare quanto è necessario.
      Quindi, cara Costanza, non importa quanto tu abbia dormito. Il tuo viaggio inizia ora: BUONGIORNO!
      Son proprio curioso di leggere il tuo papiro egizio… ahahahaha.

      Reply
  7. Telise

    : ) mi hai fatto ridere moltissimo, grazie di cuore.. Lo fai con passione. Lo trasmetti. E’ bellissimo questo tuo scrivere le tue immagini mentali, prestarci i tuoi occhi.. Simpatia. Che bello, grazie, dai, sto coraggio vado a cercarlo con gioia ora. Credo che smorzar le tensioni costruite attorno a qualcosa sia sempre edificante.. !! Già!! Danke

    Reply
    1. Panda Post author

      Ciao Telise,
      molte grazie per le tue belle parole: sono eXtremamente felice che tu vada a cercare con gioia il tuo coraggio.
      Tranquilla, non dovrai “camminare” molto, perché è “dentro di te”… un po’ come la cistifellea. 😉

      Adesso però ridammi i miei occhi!!! 😀

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *