Il miracolo del Natale

By | 23/12/2013

Natale

Hello!!!

E’ quasi Natale e, come diceva il mio caro ex professore di Chimica: “Siamo alla sogliola della fine dell’anno”.

Diciamo che, onestamente, non sono un grande fan della giornata nazionale del “Facciamo finta di volerci bene, anche se non ci siamo mai nemmeno guardati in faccia durante l’anno”.

Sarò strano, ma a Natale non mi sento molto diverso da come sono durante il resto dell’anno:

E, soprattutto… no: non ho voglia di abbracciare i miei vicini di casa per far finta che mi interessi minimamente il loro benessere psicofisico.

Ci sono poche cose che mi danno fastidio come un concerto di Gigi D’Alessio, ed una di queste è l’ipocrisia.

E Natale è una splendida occasione per molte persone di spargere ipocrisia a mazzi.

E’ indiscutibile che molti credano allo spirito natalizio come è altrettanto indiscutibile che per altri il Natale sia solo un modo per risolvere l’infame pratica parenti, stritolandosi i maroni fra pranzi, cene, tombolate, baci finti ed abbracci mosci, per poi incrociare le dita nella speranza di non rivedersi più sino al prossimo pandoro.

Oh, ognuno passa il tempo come meglio crede, ci mancherebbe.

Non credo sia il modo più utile e forse potresti trovare qualcosa di meglio, ma credo anche che non siano minimamente affari miei.

Però credo ai Miracoli.

 

Non parlo di qualcosa relativo alle religioni, perché non è il mio campo di azione: ho ancora molto da fare prima di creare un buco quantico nel calendario per far spazio a San Panda…

Mi riferisco ai Miracoli che il cuore degli uomini può realizzare e che, non si sa come, non si sa perché, pare che in questi giorni possano essere più visibili ad occhio nudo e senza scomodare dai piedistalli i vari SanQualcosa che hanno già i loro problemi.

Premettendo che, mia personale visione, chi al posto della testa ha una Amanita Falloide difficilmente sarà toccato dalla Grazia di Sant’ Ugo Foscolo solo perché è Dicembre, credo anche che chi ha un cuore nobile, chi è un Cavaliere della Tavola Rotonda (apparecchiata o meno), chi ha realmente a cuore sé stesso ed il prossimo, abbia la possibilità di rendere reale la Magia che viene solo raccontata nelle fiabe.

Quella cosa per cui, magicamente, qualcosa che non si è stato possibile realizzare finora, trova uno sbocco per una qualche strana coincidenza astrale.

E se mai c’è stato un Miracolo realizzabile, qualcosa che può far nascere un sorriso, qualcosa che –  se sei un mio lettore – sai che è perfettamente in Stile Panda, allora questo è ciò di cui sto per parlarti.

Molte volte associamo l’aiutare gli altri con una nostra “perdita”.

Nell’immaginario collettivo “aiutare gli altri” viene associato spesso a sangue, sudore, lacrime e fatica.

Invece il mio concetto di aiutare gli altri non prescinde mai dal sorriso.

Lo so, sono strano.

Strano ma non solitario.

Ci sono almeno altre 15 persone che la pensano come me.

15 autori che hanno creato uno speciale ebook il cui ricavato sarà interamente devoluto alla popolazione della Sardegna, colpita dall’alluvione dello scorso novembre.

Magari è inutile farti i nomi di questi prodi Guerrieri della Risata, ma puoi trovarci persone del calibro di Lia Celi, Matteo Grandi, Comeprincipe, Egyzia, LaPausaCaffè…

Se sai chi sono, hai già capito che sarà qualcosa di alto livello.

Se ancora non li conosci, ecco che l’Universo ti ha inviato IL segnale: muoviti a conoscerli! 😉

Non ti sto chiedendo di mandare il solito sms da 2 euro.

Anzi, a dire il vero non ti sto chiedendo proprio nulla… 🙂

Voglio solo che tu sappia che c’è un gruppo di persone che ha deciso di muovere il culo e di portare il sorriso a chi li legge, per aiutare concretamente qualcuno che si trova in difficoltà.

Questo A ME basta per aver voglia di dar loro una mano.

Non saranno Ingegneri del Benessere, ma hanno trovato una maniera concreta di realizzare qualcosa per altri.

Non saranno Poeti, ma hanno creato qualcosa di emozionante.

Non saranno Santi, ma hanno saputo realizzare un Miracolo.

E probabilmente tu non sarai un Angelo, ma puoi dar loro una mano.

Il Popolo Sardo ti sarà grato.

Il Panda sarà fiero di te.

E tu ti sarai divertito.

Cosa vuoi di più, dalla vita, un lucano? 😉

Se vuoi, puoi anche tu muovere il culo come loro e acquistare (e magari regalare… ) il loro ebook “MiracoLoL di Natale

Lo trovi cliccando sui link qui sotto:

BookRepublichttp://goo.gl/P9ou4k 

oppure

Amazonhttp://goo.gl/MW0Idq 

L’ebook costa solo 1.99€, interamente devoluti in beneficenza.

Siete tantissimi a leggermi, ed io ho fatto un patto con San Giacomo Leopardi:

Se riuscirò a portare almeno 1000 persone a credere nel MiracoLoL del Natale, allora sarà la volta buona che acquisterò il cd live di Gigi D’Alessio, postando la foto sul blog.

Lo ascolterò tutto, e con il sorriso, ringraziando il Grande Spaghetto Volante del fatto che esistono persone che possono rendere reali le fantasie, grazie al loro Cuore.

Dillo ai tuoi amici, coinvolgi i parenti, parlane alla riunione di condominio, scrivilo sui muri, fai telefonate anonime…

Aiuta me (E Gigi) a rendere reale questa fantasia.

Aiutaci a realizzare il MiracoLoL del Natale

Panda

P.S.

Ti lascio con la più bella canzone di Natale di sempre.

Al 3 partiamo tutti insieme con il ritornello, ok? 1… 2…

 

 

 

 

 

4 thoughts on “Il miracolo del Natale

  1. salvatore

    Solo GRAZIE a te,a VOI tutti.Buona la prima…

    Reply
  2. adele

    Ciao Panda,
    come hai ragione ,le tue parole sono sacrosante vere,e le condivido pienamente.per me queste feste sono davvero una seccatura,sei obbligata a fare regali a chi volentieri manderesti al diavolo,dover stare seduti per tre o quattro ore per un pranzo, che poi ti rimane sempre indigesto,sia per la roba che mangi e per il prezzo che hai sborsato. E’ tutta una finzione che accetto a malincuore.
    Una cosa però lasciamela fare, ti mando i miei più cari auguri di Buon Anno
    adele
    PS. bella la canzone, ti farò pubblicità per MiracoLol del Natale

    Reply
    1. Panda Post author

      Hello Adele,
      E’ vero, molte persone vivono le feste come un obbligo. Fortunatamente, sin da piccolo non ho mai avuto problemi a dire “CHE PALLE!” ed affrancarmi da quello che “si DEVE” fare. 🙂
      Il prezzo da pagare è che gli altri ti reputano strano, ma… vuoi mettere il guadagno? 😉
      Grazie per gli auguri, che contracccccccambio.
      Sono felice che la canzone ti sia piaciuta e… GRAZIE per ciò che farai per realizzare il MiracoLoL! 😀

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *